Iscriviti alla nostra newsletter

© AKADog 2013
Vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti di queto sito

Mobility Dog

La Mobility Dog è una disciplina non competitiva e non agonistica, nata negli anni ’90 in Svizzera  che si svolge in 18 prove standard pensate come metafore della vita. Comprende infatti diverse tipologie di ostacoli, le passerelle(fissa o mobile sui bidoni), i ponti, la palizzata, gli ostacoli a salto, i  pneumatici, gli ostacoli mobili come l’altalena e  il carrello, i “tunnel” come il tubo rigido, il tubo morbido e il tavolo con i nastrini, lo slalom, ecc.

mobility dog

La Mobility è un ottimo strumento per migliorare l’interazione tra il proprietario e il cane nonché la quotidianità di vita nella società urbana. Inoltre è idonea a qualsiasi tipo di cane, indipendentemente dalla razza e dall’età. La Mobility si ispira all’approccio cognitivo-zooantropologico ed è considerata un ottimo strumento pedagogico, oltre che un’attività “dolce”, piacevole e divertente da svolgere sia per il cane che per il proprietario. Per questo motivo viene spesso inserita in percorsi educativi/riabilitativi, in quanto lavora sulle componenti mentali del cane e di conseguenza sul suo bagaglio esperienziale. L’obiettivo di questa disciplina è quello di approfondire e migliorare la relazione all’interno del binomio, aumentare la fiducia reciproca e di conseguenza migliorare la gestione del proprio cane, aiutarlo ad aumentare la propria flessibilità cognitiva e incrementare la capacità di autocontrollo e gli stati di calma, mantenendo un buon  livello di concentrazione e attenzione.

mobility dog

Aiuta inoltre ad aumentare la memoria, potenziando le facoltà cognitive e la propriocezione, aiutando il cane a percepire la propria posizione nello spazio e i propri movimenti, ad aumentare la propria autostima, l’autoefficacia e a ridurre così insicurezza e iperattività. Per chi lo desiderasse, vi è la possibilità di partecipare alle gare di manifestazione Mobility Dog. La Mobility Dog si svolge affrontando ogni singola prova con movimenti lenti ma sotto forma di gioco in cui il cane viene gratificato e incoraggiato, così entrambi gli elementi del binomio riescono a rilassarsi e ad entrare sempre di più in sitonia aumentando le proprie capacità comunicative. Gli ostacoli hanno differenti gradi di difficoltà, nell’affrontare il percorso è necessaria una certa gradualità nella conoscenza delle prove per entrambi i soggetti in azione.

mobility dog

La Mobility ci fornisce un buono strumento di lavoro sullo stato di salute psico-fisico del cane, consentendo di anticipare l’insorgenza di problematiche comportamentali a volte anche gravi. Essa costituisce infatti uno strumento d’aiuto efficace in percorsi di terapia comportamentale, anche in affiancamento a terapie farmacologiche; è importante ad esempio nei casi di iperattività,  perché il lavoro del cane è incentrato sul riuscire a trovare la concentrazione nell’esecuzione di movimenti lenti e precisi e di conseguenza l’autocontrollo e nei casi di aggressività perché aiuta la concentrazione del cane spronandolo a costruire, attraverso il superamento delle prove, nuove esperienze, che forniranno nuovi schemi mentali ai quali attingere nei momenti di disagio della vita quotidiana e che lo aiuteranno a diminuire la propria reattività.
Nei cani affetti da depressione o traumi psichici l’impronta di gioco che caratterizza questa disciplina la rende particolarmente coinvolgente anche per questi soggetti a volte restii alla collaborazione. La capacità di superare delle prove aumenta l’autostima dei soggetti e il ”fare” insieme al proprietario aumenta il legame all’interno del binomio.
Nei cani fobici aiuta a creare flessibilità cognitiva e ad ampliare dolcemente il proprio piano esperienziale riuscendo in questo modo a fornire al cane delle alternative di comportamento che posso contribuire ad aiutarlo nei momenti di difficoltà. Nei cani con problemi di ansia da separazione è molto utile in quanto riesce a dare maggiore autonomia e maggiori competenze per affrontare il percorso e di conseguenza la vita di tutti i giorni.



I commenti sono chiusi.


By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close